FILM – Fences. Barriere

Recensione del film

DATA USCITA: 16 dicembre 2016GENERE: Drammatico.  ANNO: 2016. REGIA: Denzel WashingtonATTORI: Denzel Washington, Viola Davis, Stephen Henderson, Jovan Adepo, Russell Hornsby, Mykelti Willimason, Saniyya Sidney. LUOGO: Stati Uniti d’America. DURATA: 138′.

Denzel Washington, regista ed attore protagonista del film, si cimenta nuovamente in un capolavoro cinematografico candidato alla premiazione degli Oscar 2017.

Fondato nel teatro, Fences, sbarca sul grande schermo, lasciando critica e pubblico piacevolmente colpiti per il mix di ideali e di situazioni talmente tanto realistiche da avvolgere e da far calare lo spettatore completamente nei panni del protagonista Troy Maxson, Denzel Washington, e delle sue peripezie.

Ambientato in una Pittsburgh della metà del 1900, ci si imbatte nella vita di Troy, uomo comune afroamericano che attualmente è impiegato come netturbino a tempo pieno.

Mandato via di casa, per cause maggiori, all’età di 14 anni, Troy Maxson, dopo un periodo di sbandamento, si coltiva e si costruisce da solo, attaccato a dei principi che ne accompagnano l’esistenza che svariano dal culto del duro lavoro, al forte imprinting antiraziale fondato dal periodo in cui aveva vissuto, all’amore per  la famiglia e per il baseball, facendone di lui un prototipo completo di padre di famiglia afroamericano.

Nonostante le difficoltà, Troy, con il suo lavoro, riesce a garantire un tetto sotto cui vivere a lui, alla moglie e al figlio avuto con lei, senza dimenticarsi di sostenere economicamente anche il suo primo figlio, nato da un’altra donna, ed il fratello, cerebralmente deviato.

Il peso sulle spalle della famiglia e del lavoro fanno di Troy un uomo talmente forte fisicamente e caratterialmente che sembra possa essere indistruttibile, ed è proprio qui che si concentra il film, sull’apparente indistruttibilità dell’uomo comune.. Il lavoro asfissiante, il rapporto con la moglie, il futuro dei figli, il fratello malato, l’instabilità economica, la pesante routine, il conflitto con l’uomo bianco, il cambiamento generazionale, i vizi e le tentazioni porteranno Troy ad affrontare situazioni dure e a doppio taglio, in cui ogni singola decisione presa potrebbe valere, nel bene o nel male, il suo destino e quello di tutti quelli presenti sotto il tetto in cui vive.

Candidato all’Oscar ed al Golden Globe, ‘Fences’ mostra a tutti come il potere della semplicità della vita comune possa stupire qualsiasi persona, facendo concepire alcuni concetti talmente profondamente, da venirne inglobati e toccati sentimentalmente. Una commovente Viola Davis ed un eclettico Denzel Washington danno vita ad un valzer perfetto che porta direttamente la pellicola nell’elite delle uscite cinematografiche degli ultimi anni.

‘Some people build fences to keep people out, other people build fences to keep people in..’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.