Social Media Management: analizzare gli Insights

Facebook Analysis, l’ottimizzazione degli Insights Facebook

Analizzare le statistiche degli Insights sui post di un periodo predefinito entrando all’interno di una delle professioni più ricercate del web 3.0: il Social Media Management and Marketing.

Facebook, consapevole di un’attenta attività di analisi continuativa per una corretta impostazione delle proprie attività e per il file-tuning delle proprie strategie, mette a disposizione degli amministratori delle pagine un pannello di analisi, chiamato Facebook Insights. Insights permette di avere accesso a diversi dati (portata, utenti coinvolti, persone che ne parlano, diffusione) per valutare l’efficacia delle proprie attività nel tempo. (Di Fraria G. ‘Social Media Marketing: strategie e tecniche per aziende B2B e B2C, Milano, HOEPLI, 2017). 

UN ESEMPIO DI FACEBOOK ANALYSIS: STATISTICHE INSIGHTS SU POST MAGGIO/GIUGNO/LUGLIO 2017 

In una pagina bisogna tener conto di vari fattori legati alla propria utenza. La tabella rappresentata indica i dati principali degli insights di Facebook di Atomnia, in cui troviamo tutti gli indici primari sulla sinistra. Analizzando il periodo di sviluppo dei post della pagina, relativo solamente a Facebook, dalla metà di maggio 2017 alla metà di luglio 2017, si può prendere spunto per un’analisi dettagliata dell’argomento accennato per captare come fondare i propri contenuti sui social, prediligendo un evento transmediale in modo tale da invogliare l’attenzione dell’utente su un determinato argomento trattato.

Prevalentemente l’utilizzo della pagina Facebook si basa sul divulgare articoli tramite link, mentre la pagina Instagram, secondo social più utilizzato in Italia, si concentra su foto e video (notare infatti nella terza colonna gli allegati che rispecchiano prevalentemente i link riportati degli articoli trattati sul sito). L’indice mostra la pubblicazione a maggio di tre articoli: il diario di bordo di una ragazza pertinente con la sua esperienza Erasmus a Parigi (15/05/2017), un articolo sullo studio di un ragazzo, Bobby Slat, volto a risolvere il problema dell’inquinamento idrico negli oceani (23/05/2017) ed uno sulle funzionalità dello yoga con intervista allegata a Francesca Muzio, insegnante certificata di Ashtanga Yoga e fondatrice dell’associazione ‘Sharanam di Avigliana’.

Nella prima metà di luglio la pubblicazione verte su cinque argomenti: il primo inerente all’esposizione del centro UNESCO di Torino al salone del libro 2017, basato sull’istruzione all’integrazione razziale nel mondo sportivo (01/06/2017), un video dedicato alla conferenza del centro UNESCO, AIESEC e Atomnia svolta presso la ‘Vetreria’ di Torino a giugno 2017 (in cui viene mostrata una preview della ‘jam session’ svolta dagli artisti chiamati ad esibirsi durante la conferenza, 03/06/2017), l’esposizione di un articolo orchestrato da UNIVERITARI.EU sulla redazione Atomnia (06/06/2017) ed un saggio, coadiuvato ad un’intervista, di una tesi, incentrata sulla Governance dell’Isis, proposta dal dr. Francesco Meli, laureato in Scienze internazionali dello Sviluppo e della Cooperazione (13/06/2017).

Dalla seconda metà di giugno alla seconda di luglio si nota la concentrazione mediatica delle pubblicazioni attraverso l’esposizione di un solo prodotto posto in diversi formati: ossia l’articolo in formato transmediale (stesura in scrittura, video e foto) della vita di un cuoco rivolese, il quale ha girato il mondo aumentando il proprio bagaglio culinario tramite la sua professione. Il primo contenuto è relativo ad una foto in cui il cuoco lavora insieme ad uno chef torinese (23/06/2017), il secondo è inerente ad un video in cui spiega parte della sua vita vissuta in Asia minore (04/07/2017) per poi arrivare al post attinente alla pubblicazione, due settimane dopo, dell’articolo totalmente finito (26/07/2017). L’articolo presenta gli allegati dei contenuti utilizzati in precedenza (foto e video), esso ha suscitato l’interesse del panorama online tramite una copertura organica di più di 4.400 persone raggiunte con più di 650 click sul post e più di 300 tra reazioni, condivisioni e commenti.

 

Questo a delineare il fatto dell’importanza di suscitare interesse nel lettore portandolo tramite contenuti diversi (anche dello stesso argomento, evento transmediale) ad interessarsi del tema trattato per poi pubblicare il contenuto completo, mobilitando l’universo online. Funziona un po’ come la sponsorizzazione di un nuovo locale o di un evento, si lavora sul fornire prima al pubblico un prodotto per arrivare al giorno dell’inaugurazione o della serata con una prospettiva di presenti maggiore; tutto questo viene riportato nelle analisi dei contenuti di ogni pagina, tale dimostrazione è il risultato di quanto il materiale studiato e sperimentato in prima persona possa davvero portare a risultati migliori.

 

Sebbene il nuovo algoritmo di Facebook, ideato da Zuckerberg, presenti modalità diverse di valorizzazione dei contenuti online delle cosiddette ‘Fan Page’, valorizzando maggiormente gli argomenti dei profili privati, l’analisi attenta degli Insights della propria pagina di riferimento diventa sempre più fondamentale, senza la quale la gestione dei contenuti diverrebbe molto complessa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.